unisciti a questo sito

Tbdress

venerdì 6 giugno 2014

Le mie ricette Ciambelline di patate farcite!!!

Buongiorno a tutti, oggi vi parlo di una collaborazione che il mio blog 
ha intrapreso con Sant’anna, che ringrazio tanto.



Ecco cosa mi hanno gentilmente inviato:



Per questa volta vi parlo prima della loro eccellente acqua.
Sant’Anna è una storia di successo tutta italiana, non solo per la crescita in quota di mercato e di fatturato: sono i consumatori a premiarla ogni giorno, scegliendola per la sua eccezionale leggerezza che nasce dal cuore delle Alpi piemontesi, per il suo bassissimo contenuto di sodio e di residuo fisso, per l’assenza di nitriti, per la bassa durezza e per essere un’acqua minerale indicata per i neonati. Lo stabilimento a Vinadio, all’avanguardia nel mondo, si sviluppa su 60.000 metri quadri di superficie. Una rete di 400 km di tubazioni in acciaio inox incanala l’acqua dalla sorgente verso le dieci linee di imbottigliamento che consentono una capacità produttiva di 310 mila bottiglie all’ora (7,5 milioni al giorno). Sono presenti ben 11 serbatoi in acciaio inox da un milione di litri per raccogliere le acque. 


Tutti i processi sono completamente automatizzati dall’imbottigliamento alla pallettizzazione, fino alla formazione del carico sugli autotreni (sino a 240 al giorno - logistica su rotaia per 29 depositi in tutta Italia). Prezioso in questo contesto il supporto dei 18 robot semoventi su un percorso laser, sulla base degli input trasmessi a un cervello centrale. All’interno dello stabilimento (certificazione di qualità ISO 9001:2000) è costante il controllo chimico-batteriologico dell’acqua di sorgente e il rispetto del protocollo HACCP (Hazard Analysis Critical Control Points) per i passaggi produttivi a rischio, garantendo così la qualità assoluta del prodotto imbottigliato.



Risalgono al Cinquecento le prime documentazioni storiche che esaltano le qualità terapeutiche e purificanti dell'acqua delle fonti di Vinadio. Da queste sorgenti d'alta quota esce infatti un'acqua dalla purezza e dalla leggerezza straordinarie. La fama della bontà di quest'acqua si è diffusa anche grazie ai racconti delle migliaia di pellegrini, provenienti da ogni dove, che ogni anno salgono al santuario di Sant'Anna, protettrice delle mamme. 




E bere un sorso di quest'acqua dalla fontana del piazzale è un rito per chi, ancora oggi, sceglie di affrontare a piedi o in bicicletta la lunga e ripida salita che porta al santuario. L'Acqua Sant'Anna scorre nel sottosuolo attraverso rocce granitiche che cedono pochissimi minerali. Intorno alla sorgente non ci sono insediamenti industriali, non ci sono campi concimati, non ci sono pascoli intorno, non c'è nulla, salvo la natura incontaminata e l'acqua che sgorga.



Da qualche anno Sant’anna ha creato la Bio bottle, un progetto che nasce con lo stesso principio con cui è nata Sant’Anna: l’attenzione alla qualità della vita e al benessere delle persone, soprattutto i bambini. Per questo Sant’Anna ha scelto una bottiglia che non contiene petrolio: non solo per rispettare l’ambiente, ma per il benessere di tutti, a partire dai nostri bambini. Sant’Anna Bio Bottle sostiene la salute di tutti, compresa la natura.


Non c’è 2 senza 3:
Sant’anna bio bottle quest’anno vince per la terza volta consecutiva il “premio Natura” nella categoria bevande per l’infanzia.




Il mio parere:
La mia bimba da quando è nata beve quest’ottima acqua ed ha coinvolto anche noi perché è pensata per tutta la famiglia, anche perché oggi siamo sempre più attenti alla nostra salute. Mi piace molto la sua composizione e in particolar modo per il suo basso residuo fisso. E’ pura e leggera, ideale per un’alimentazione  sana e per depurare corpo e mente.
Sant’anna  tiene molto alla qualità della vita ed i suoi prodotti sono ideali per il benessere di mamma e bambino, è indicata anche per l’allattamento.
Il packing delle bottiglie poi è incredibile, è biodegradabile in soli 80 giorni. Ciò evidenza il grande rispetto che ha verso l’ambiente e noi che ne facciamo parte.
Comodissimo questo nuovo formato da 1 l, potete portare con voi una bottiglia ovunque andate, in modo da berla in ogni momento della giornata.




Le mie ricette Ciambelline di patate farcite!!!

Ingredienti:

500g di patate lessate, sbucciate e schiacciate

1 uovo

20g farina



30g di Parmigiano Reggiano delle Vacche Rosse dop di Terre di Delizie


Presal sale marino iodato con iodio protetto Caber

50g di prosciutto cotto a dadini

50g di scamorza a dadini

30g di burro fuso 

pangrattato


Procedimento:



In una terrina unite le patate, l'uovo, il burro, il Parmigiano Reggiano delle Vacche Rosse dop di Terre di Delizie, la farina ed il sale marino iodato con iodio protetto Caber. Unite il prosciutto cotto e la scamorza.



Spennellate del burro fuso nello stampo e spolverate con pangrattato. Riempite con il composto di patate. Rispolverate sopra con pangrattato.
Ponete in forno a cuocere per circa 20-30 minuti.





Per maggiori info su tutti i loro prodotti e l’ampio assortimento, 

potete consultare il loro sito e la loro pagina facebook:



Facebook: https://www.facebook.com/santannabiobottle?fref=tshttps://www.facebook.com/santannabiobottle?fref=ts


Grazie a tutti e ai prossimi post!!!
Posta un commento